Serata (o mattinata) diapositive

Questo è un grande giorno per me.

Questo è il mio primo post programmato (olè) (sempre che mi riesca di programmarlo).

Il fatto è che oggi (cioè ieri) ho un sacco di tempo libero, mentre domani (cioè oggi) ho un magnifico turno di 12 ore che mi aspetta e quindi no tempo at all per scrivere (cioè blaterare) sul blog.

Vi tocca la serata (cioè mattinata) diapositive. Che se già è insostenibile di sera perché quando guardi diapositive di cui non ti frega un bel nulla al calar del sole, l’unica cosa che vorresti è anticipare di un paio d’ore l’entrata sotto le coperte e l’agognato mondo dei sogni, è ancora più insostenibile di mattina perché quando guardi diapositive di cui non ti frega un bel nulla al sorger del sole, l’unica cosa che vorresti è decapitare chi ti ha propinato cotanta noia invece di portarti un caffè.

Ma tant’è, serattinata diapositive sia!

IMG_0418

Per iniziare eccovi dei cupcake! “Sempre la solita”, direte voi, “ci propina cose cucinate da lei, rosa tanto per cambiare”. Ehhh no! Questi non li ho fatti io, li ha fatti Mr Geom, facendomeli trovare pronti da mangiare tornata a casa da lavoro! Erano di una delizia inimmaginabile. Tutto merito del Golden Syrup, che non avevo mai assaggiato prima ma che da quel momento è entrato di diritto nella lista delle cose da avere sempre dentro casa (insieme a Ramen già pronti, Burro, Carne di ornitorinco e Candele profumate al gusto di elefante).

IMG_0421

Questo. Questo. In pratica è uno dei motivi per cui adoro vivere in Scozia. Qui le zuppe vanno alla grande, penso che non ci sia un ristorante che non ti propini almeno 7 zuppe diverse, di cui una almeno deve essere superpiccante. I ramen, che in Italia erano sinonimo di brodo in polvere con nooodles e surimi, qui li fanno in tutti i modi. Questi sono i migliori che ho provato fino ad ora. E arrivano dal mercatino che c’è sotto casa mia di sabato mattina, dove c’è uno stand di un ristorante giapponese che appunto vende questa meraviglia. Il brodo. Il brodo è una cosa indescrivibile.

IMG_0422

Non puoi vivere in Scozia per più di 2 giorni senza aver provato l’haggis (bé, c’è chi non lo prova, ma io ho una reputazione da difendere, devo provare TUTTO). Cos’è l’haggis? Non lo so. Vado a vedere su santa Wikipedia. Ecco, qui è spiegato tutto. E no, in realtà non volevo saperlo, perché mi piaceva. Invece è una cosa schifosa di interiora di pecora. Vabbè, ma che ci importa, è buono. C’è chi lo va a mangiare nei ristoranti e, chi come me, va alla Lidl e per 89p compra questa cosa pronta di haggis e 2 contorni non bene identificati, né alla vista né al sapore. Uno dovrebbe essere un purè di patate (tatties) e l’altro dovrebbero essere rape (neeps). Insieme dovrebbero essere una cosa proprio tipica. Il problema è che per 89p l’unica cosa buona era l’haggis, il resto non aveva un sapore che fosse uno, quindi ho inondato tutto di Sriracha (scoperta dell’anno per me) e in pratica è diventato Haggis & Purè di Sriracha. Ottimo.

IMG_0424

Questa è sempre una vista dalla finestra di casa (adesso che la vedo mi sovviene (ottima parola, brava Fra (mi faccio i complimenti da sola, sono messa bene)) che mi sono dimenticata di postare altre foto che venivano prima di queste, giusto per ribadire che sono mezza rimbambita), foto scattata in un raro momento di non-pioggia (dire “sole” mi sembra eccessivo parlando di Scozia).

IMG_0427

Bè, la foto inutile poteva mancare? Ma certo che no!

(come se le altre foto pullulassero dibeltà e utilità)

Vabbè, è un tè alla menta e liquirizia (lo scrivo nel caso qualcuno non fosse in grado di leggere, ma in quel caso non saprebbe leggere nemmeno quello che scrivo io (beato lui) e quindi tutto ciò non ha senso (come se il resto avesse senso…)) con un mochi buonissimo al tè verde con un ripieno di qualcosa di latte (come spiego io le cose nessuno mai).

IMG_0444

Dopo le altre foto (o meglio, dopo tutto il blog) (o meglio, dopo tutta la mia vita) non c’era bisogno di ribadirlo nuovamente, ma questa foto mi sembrava abbastanza esplicativa: sono stupida. Stazione di King’s Cross. Perché mai cercare il muro dove c’è il carrellino di Harry Potter infilzato quando puoi far finta di spostare un carrellino vero alla velocità della luce?

IMG_0451

Niente, questa serie di foto è una celabrazione alla mia stupidità (voi ancora non lo sapete, ma io vedo quella che viene dopo e vi assicuro che la celebrazione continua).

Qui sono da qualche parte a Londra, dove casualmente mi sono imbattuta in uno Yo Sushi (la catena dove lavoro). Quale idea migliore di farsi una foto davanti a un ristorante chiuso? Domande retoriche che è meglio che rimangano senza risposta.

 

Queste due le metto insieme perché rappresentano veramente l’apoteosi della celebrazione alla mia stupidità. Allora, sono due foto a caso del paesaggio italiano. “Embè”, direte voi, “che ci frega?”. Giusta domanda/osservazione. Ma ecco, queste foto sono state scattate durante il mio viaggio Edimburgo-Italia. “E come mai non si vedono dall’alto, con un’ala di un aereo nel mezzo?“.

Perché io ho preso il treno.

Esattamente. 24 ore di viaggio in treno invece di 3 ore di aereo.

La follia si era momentaneamente (ahahahahahahahah, momentaneamente!) impossessata di me. Passiamo avanti.

IMG_0488

E arriviamo all’ultima foto. Suggestiva. Potete notare la schiumetta che ricopre la superficie del liquido. La quantità di liquido. La dimensione del contenitore.

Per chi sta in Italia saranno tutte cose da niente, ma dopo 4 mesi di UK credetemi, vengono le lacrime agli occhi. Detto da una che il caffè lo beveva pochissimo in Italia poi fa ridere. Detto da una che mangia interiora di pecora senza saperlo fa ancora più ridere. Detto da una che dice di preferire la pizza scozzese a quella italiana fa venire voglia di buttare un missile e spiaccicare tutta Edimburgo giusto per essere sicuri che non la scampi.

Ma il caffè no. Lì vinciamo noi.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s