Hello Kitty Macarons e Lavori magnifici

Eh vabbè, ogni volta che mi ripropongo di aggiornare il blog con più regolarità finisco per sparire anni interi. Stavolta mi ripropongo di non aggiornarlo più, il blog. Magari è la volta buona che faccio un post al giorno (cosa del tutto possibile con turni da 12 ore al giorno e settimane con ottomilamilioni di ore… Fortuna che si tratta sempre di stare lì e preparare rotoli di sushi come se non ci fosse un domani (e invece no. Il domani c’è. E si rollano ancora settecentottantamiliardi di roll) e dopo quasi 5 mesi mi diverto come il primo giorno, se non di più. Cioè, ancora non ci credo. Mi pagano per fare il sushi. MI PAGANO PER FARE IL SUSHI! Non è una cosa meravigliosa??)

Dicevo?

Si, blog, aggiornamenti, ottomila ore di lavoro a settimana, sushi e blablabla. Insomma, mi diverto talmente tanto (bé, la maggior parte delle volte) che dovevo fare qualcosa per sdebitarmi. E ho trovato il modo: ogni domenica porto un dolcetto per tutti (in pratica ho trovato il modo per lavorare tutte le domeniche da qui a quando non sarò morta affogata tra miliardi di rotoli di riso e salmone, in un mare di verde avocado. Sono furba, io)

IMG_0408

Uno dei primi dolci che ho portato sono stati i macaron. Avevo provato a farli solo una volta, non mi erano venuti proprio malaccio ma nemmeno perfetti (la fortuna del principiante con me non attacca, io la sfiga ce l’ho dal primo momento). Ma la Scozia a quanto pare mi sta ribaltando tutte le certezze che avevo nella vita (aspetto ancora la sfiga colossale dopo tanta botta di fortuna) e anche nel caso dei macaron è stato così. Ho preso una ricetta a caso (vabbé, erano macaron di Hello Kitty, diciamo che l’ho cercata apposta), l’ho seguita a caso, ho cotto con una temperatura a caso perché non ho capito cosa diceva il tipo del video e anche per il tempo sono andata a caso (cioè ho lasciato i macaron nel forno senza timer e dopo un pò ho pensato “Cavolo, il timer!”). Insomma, la classica ricetta per far venir fuori una schifezza clamorosa.

IMG_0410Infatti i macaron mi si erano alzati troppo (non nel senso che si erano alzati dal letto), mi si erano craccati (non nel senso che dovevo trovare la crack per scrakkarli) e non mi si staccavano dalla carta forno (si, nel senso che non mi si staccavano). Ero quasi in lacrime insomma. Piangevo urlando “Oh, me tapina, non mi faranno più lavorare la domenica, come farò? Come riempirò questo vuoto nella mia vita?” (e non scherzo. Da quando ho iniziato a portare dolci la domenica, ho saltato questa tradizione una volta sola. UNA. E ancora il capo me lo rinfaccia). Oltretutto non avevo un setaccio e ho usato una grattugia (come potete vedere dalla foto qui di fianco).

E invece. E invece. Sono venuti fuori una delizia. I commenti sono stati ottimi. C’è chi ha detto che dovevamo metterli sulla belt per venderli e chi ha esclamato “It melts in your mouth!”.

(ripeto, come si fa a non amare un posto di lavoro dove ti pagano per fare il sushi e dove ti dicono queste cose dopo aver fatto dei macaron completamente a casaccio??)

Con tutte queste premesse però, mi chiedo: vi lascio il link alla ricetta originale o ve la rielaboro come l’ho fatta io (cioé, buttate cose a casaccio qua, infilate in forno a una temperatura a casaccio là, abbassate dopo un casaccio di minuti di un casaccio di gradi centigradi, ecc)?

Faccio entrambe le cose, và. Allora, il link alla ricetta originale è questo: Hello Kitty Macarons. Per il ripeno ho usato questo: Cheesecake Macarons Filling

La ricetta in versione FrauFra-a-casaccio ve la lascio qui sotto.

IMG_0411

12745704_10153804990351041_8251623183258296403_n

HELLO KITTY MACARONS

Ingredienti per i macarons: 65 g di farina di mandorle, 65 g di albumi, 115 g di zucchero a velo, 40 g di zucchero normale. Ingredienti per il ripieno: 50 g di cream cheese, circa 30 g di panna montata (montata, appunto, non da montare), 2 cucchiai di zucchero a velo (potete aggiungerne altro se volete, insomma, assaggiate e aggiustate), 1 cucchiaino di estratto di vaniglia (se usate i semini di vaniglia o la polverina (non la vanillina, intendo sempre quella nera che si trova nei barattolini) vi consiglio di aggiungere comunque un cucchiaino di latte).

Si inizia setacciando la farina di mandorle e lo zucchero a velo in una ciotola. In un’altra ciotola si sbattono gli albumi e, quando iniziano a rassodarsi, si aggiunge lo zucchero (quello normale) e si continua a sbattere finché non saranno completamente montati (devono diventare belli lucenti). Poi si aggiungono la farina di mandorle e lo zucchero a velo agli albumi e si inizia a mescolare. Adesso, per capire come fare penso che sia molto più esplicativo il video, quindi guardatelo da lì! A dire la verità io uso un metodo che ho visto in un altro video (link qui) perché mi piace di più. Non ho mai capito se nel mescolare gli albumi con la farina bisogna stare attenti a non far smontare l’impasto (come si vede nel video dei macaron di Hello Kitty) o se si può spiattellare tutto (come si vede nel secondo link), fatto sta che io ho spiattellato tutto senza ritegno e sono venuti bene, quindi, perché stare a preoccuparsi? Spiattellate tutto anche voi!

Ottenuta la giusta consistenza (se ne prendete un pò con la spatola e lo lasciate cadere vi deve formare una specie di nastro continuo), si mette nella tasca da pasticcere e si formano delle palline sopra la carta forno. Per farli a forma di Hello Kitty, io ho disegnato la sagoma  a matita (ovviamente nel lato opposto a dove ho messo l’impasto, macaron al gusto di matita non so se siano buoni…), ho sempre fatto dei cerchi con la tasca da pasticcere e poi ho aggiustato la forma con uno stecchino (armatevi di pazienza, si). Attenti che l’impasto tende ad allargarsi! Ah si, ne ho fatti metà con le orecchie e metà senza, dato che le orecchie ce le hanno solo quelli davanti!

La cottura. Ecco, lo so che dovevo appuntarmela. Lo so. E invece non l’ho fatto. Diciamo che vanno cotti a 150°C per circa 15 minuti. Io in realtà a un certo punto ho abbassato un pò la temperatura perché ho visto che mi si stavano alzando troppo, ma non ricordo né a quanto l’ho abbassata né dopo quanto tempo. Devo rifarli e provare, sisi. Una volta sfornati lasciateli raffreddare e staccateli dalla carta forno (processo che non so perché, ma io trovo sempre abbastanza complicato. Forse perché non resisto e provo a staccarli subito. Forse.)

Per il ripeno: si sbattono insieme il cream cheese e lo zucchero e poi si aggiunge la panna montata e la vaniglia. Si mescola con un cucchiaio di legno, una spatola, quello che volete e via, è fatto.

A questo punto non vi resta che mettere il ripieno tra due macaron e decorare! Io ho usato delle pennette da decoro, per i baffi e gli occhi erano pennette con il cioccolato, per il naso giallo era una pennetta con dentro una specie di glassa. Per i fiocchetti basta usare due cuoricini di zucchero!


 

Advertisements

One thought on “Hello Kitty Macarons e Lavori magnifici

  1. Pingback: Serata (mattinata) diapositive | Frau Fra

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s