FracooksJamie e altre comunicazioni inquietanti (non leggete il post fino alla fine se non volete avere incubi stanotte)

L’altra volta mi sembra di aver promesso di smetterla (momentaneamente) con i vari preparati e cose del genere. E’ ora di tornare a cucinare e dare qualche idea su cosa fare per pranzi-cene (ma anche no, che tanto ce ne sono milioni di blog fatti così, i miei due poveri lettori scommetto che passano di qui per farsi due risate alle mie spalle (e fanno bene, lo farei anche io al posto loro)).

Ma, ma, stavolta di idee su cosa fare per pranzi, cene, colazioni, merende e spuntini di mezzanotte, ve ne beccate ben 10. Senza ricetta perché sono quelle del mio amato Jamie Oliver e quindi DOVETE per forza comprarvi i suoi libri. Tutti, come ho fatto io.

La preparazione di questi piatti risale ormai a decenni fa, quando ancora ero giovane e bella (non sono mai stata né giovane né bella, quindi avrei fatto meglio a scrivere vecchia e brutta, ma allora la frase non avrebbe avuto senso dato che lo sono ancora oggi. Vecchia e brutta, intendo).

Ma bando alle ciancie, vi lascio, come le altre volte, le foto e il link al mio vecchio blog dove cianciavo sulle varie ricette, tanto è inutile fare dei doppioni di ciancie, che già sono inutili una volta, immaginatevi due.

  1. Beetroot tagliatelle with pesto, mussels and white wine2. Mascarpone cream3. Turrón nougat semifreddo4. Pork and crackling5. Slow-cooked artichokes, sweet cherry tomatoes, thyme and basil6. A spottier dick pudding7. Twister bread8. Chocolate, orange and nut pudding9. Marinated chickpeas with chilli, lemon and parsley10. Lobster, crab and prawns risotto with fennel and chilli

Ed eccole qua, 10 idee ricettose che di sicuro vi piaceranno. Io vi consiglio di provare soprattutto il Twister bread, facile da fare e buonissimo! Tra l’altro potete sempre renderle la preparazione supervelocissima se comprate quei rotoli di pasta per pane che dovrebbero trovarsi in tutti i supermercati!

A parte questo, oggi manca ufficialmente una settimana alla mia partenza verso lande straniere. Ieri ho anche fatto la mia prima telefonata nella lingua del posto dove andrò ed è stata abbastanza traumatica (quasi quanto la mia prima e unica telefonata in tedesco che ricordo ancora con terrore) (sembra che andrò in chissà quale paese con chissà quale lingua strana, invece no, molto semplicemente sono io che sono pessima).

E per concludere, tra poco tornerò con qualche altro video. Scommetto che il popolo di Youtube e di internet in generale sentiva la mia mancanza. Ho ricevuto richieste su richieste, video di ragazze che si strappavano i capelli all’idea che non avrei più allietato il mondo con i miei video, lettere di persone che minacciavano di tagliare la testa ai loro peluche se non fossi tornata su Youtube. Ecco, no, io questo non posso permetterlo. I peluche sono sacri per me, quindi presto avrete mie notizie in video (evviva!) (e adesso potete tutti (tutti chi??) andare a protestare nella sede suprema di Youtube per farlo chiudere in modo che io non possa caricare altri video, ecco)

Advertisements

One thought on “FracooksJamie e altre comunicazioni inquietanti (non leggete il post fino alla fine se non volete avere incubi stanotte)

  1. Pingback: Fra cooks Jamie e procioni | Frau Fra

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s