Fra cooks Jamie, altre 10 ricette by Jamie Oliver

Dato che ho sempre meno tempo e sempre più cose da fare, oggi vi lascio un aggiornamento veloce veloce sulle ricette di Jamie Oliver che ormai risalgono alla preistoria (del tipo, quando ancora ero giovane e magra, quindi 10 anni fa). Intanto eccovene altre 10, ci vediamo in fondo per i commenti!

1. Beer bread

2. Skate wings with prosciutto, radicchio, capers and lemon

3. Mushroom risotto with garlic, thyme and parsley

4. Root salad e Herb and red wine vinegar dressing

5. Tagliatelle with baby courgettes, lemon and basil

6. Pork chops with thyme, lemon and Pesto and Mashed potato

7. Focaccia con Basil and olive oil topping, Potato and rosemary topping e Onion topping

8. Pan-cooked artichoke with lemon, thyme and garlic

9. Spicy roasted squash e Spicy squash risotto with thyme and mascarpone

10. Minted asparagus and pea risotto

Allora, a parte il pane che tanto non mi riesce, vorrei segnalare la Root salad, dato che mi è piaciuta e lo dice una che l’insalata non la mangia per non assomigliare a una mucca al pascolo. L’accoppiata carne di maiale-pesto per un italiano (o almeno per me) potrà sembrare bizzarra a prima vista, ma anche in quel caso vi assicuro che ci stava benissimo! A parte risotti vari, mi sembra di ricordare che la ricetta con la zucca sia stata quasi la mia prima volta in assoluto con questa… mmm, verdura? Cucurbitacea? Non vorrei sparare nomi a caso e dato che la mia ignoranza su tutto si riflette anche in cucina, non vorrei dilungarmi troppo. Che ancora non so la differenza tra verdura e ortaggio e non mi ricordo mai perché il pomodoro è un frutto e non una verdura (o è un ortaggio? Bo, l’importante è usarlo per condire la pasta (cosa sto dicendo?)). Comunque, la zucca me l’ha fatta scoprire Jamie, e da allora me ne sono innamorata. E a dirla tutta, anche il pesto non l’avevo mai fatto in casa, la volta con la carne di maiale è stata la prima.

Per il resto basta cliccare nei vari link che vi riportano al mio vecchio blog dove avevo sicuramente blaterato sulle varie ricette!

Detto questo, oggi volevo postare anche un bel video sui nuovi Estathé Summer Edition, che mi sono comprata non appena li ho visti (solo per me l’Estathé è una droga? e a dirla tutta è anche l’unico té freddo che mi piace), solo che ho un mal di gola allucinante e ho perso la voce, quindi o faccio un video dove parla Herr Francesco al posto di Frau Francesca, oppure mi tocca rimandare. Il tutto dipende da quanto riuscirò a resistere prima di aprire le 3 bottiglie e scolarmele come se non ci fosse un domani anche se oggi di Summer non c’è proprio niente (nuvole e pioggerella, Ancona vince ancora una volta il titolo di “Londra per i poveri”).

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s